Sample menu:

 

Raccolta articoli l'Amministrazione informa

 

 

.

 

 

 

Lingua ------- language

--------

Sindaco

Segretario Comunale

Settore Affari Generali

Settore finanziario

Settore Tecnico Urbanistica

Settore Vigili Urbani

Albo Online

L'Amministrazione Informa
PROVINCIA DI CATANZARO
IDENTITA' MEDITERRANEA


GUARDA VIDEO

servizio civile Nazionale

 

operazione trasparenza

 


Ultime notizie Ansa

 

 

 

 

 

RACCOLTA NOTIZIE GIA' PUBBLICATE

Nota Bene: questa pagina è una raccolta di link che reindirizzano su pagine e articoli remoti, per cui la barra di navigazione delle pagine visitate non si riferisce alla struttura attuale del sito. Ripartire sempre dalla "home-page" per riprendere la corretta navigazione.

 

L'incontro del Sindaco Rhodio con la sig.ra Raffaelina per gli auguri del centenario a nome di tutta la Città

9 gennaio 1914 - 9 gennaio 2014

RAFFELINA MARCELLA
COMPIE 100 ANNI


Un augurio particolare lo esprimono le famiglie delle care figlie, Rosetta, Nina, Paola, Antonietta, Anna Maria, Pina, dai nipoti, pronipoti e dai piccoli trisnipoti Antonio e Anita.

 

E' in pubblicazione sull'Albo Pretorio on line, l'elenco dei nuovi dati censuari delle particelle catastali oggetto di aggiornamento a seguito delle dichiarazioni rese agli organismi pagatori nell'anno 2013.

 

INTERVENTI PER 500 MILA EURO PER LA SICUREZZA DELLE SCUOLE DI SQUILLACE E SQUILLACE LIDO

Nell’ambito del Programma Operativo Nazionale “Ambienti per l’apprendimento” FESR 2007/2013 - Asse II – “Qualità della vita”, il Consiglio d’Istituto del Comprensivo di Squillace, nella seduta di giovedì scorso, alla presenza dell’Ufficio Tecnico e del delegato all’Istruzione del Comune di Squillace, Berenice Brutto, ha approvato il progetto esecutivo degli “Interventi di miglioramento dell’attrattività” inerenti opere atte a migliorare l’efficienza, la sicurezza, la qualità e l’accessibilità della vecchia struttura  sita in via D. Assanti e dei relativi servizi scolastici.Il progetto voluto fortemente dall’Amministrazione Rhodio è stato redatto, in uno spirito di collaborazione con le istituzioni scolastiche, dalla struttura tecnica del Comune, che ha messo a disposizione la sua esperienza e il suo lavoro.L’importo complessivo di circa € 350.000,00 è stato destinato, seguendo le indicazioni impartite dal Sindaco Rhodio, dall’assessore ai Lavori Pubblici, Nunzio Pipicella, e dalla Delegata per l’Istruzione, Berenice Brutto, al miglioramento dell’efficienza energetica e della sicurezza, prevedendo un impianto fotovoltaico, una manutenzione della copertura, la sostituzione di tutti gli infissi e l’inserimento di scale esterne di emergenza antincendio.Il Comune di Squillace, infatti, punta sempre di più sulla scuola, sulla sua funzionalità, sulla sua capacità di educare e formare, per dare alle nuove generazioni prospettive importanti e positive.Parallelamente a questo importante intervento, l’Amministrazione ha predisposto altro significati e necessario intervento di ristrutturazione e riqualificazione per gli edifici scolastici di Squillace Lido, al fine di una migliore e più qualificata agibilità e sicurezza per le strutture della scuola primaria del popoloso quartiere marino, per la qualel’Amministrazione del Sindaco Guido Rhodio ha già ottenutoun separato finanziamento in base al “Decreto del fare”, da parte del Ministero dell'Istruzione ed approvato dalla Regione, di € 150.000,00, i cui lavori serviranno per migliorare l’impiantistica anche antincendio e che saranno appaltati entro il mese di febbraio prossimo.

Squillace 21 Dicembre 2013

AVVISO PUBBLICO

INTERVENTI STRUTTURALI DI RAFFORZAMENTO LOCALE O DI MIGLIORAMENTO SISMICO, O, EVENTUALMENTE, DI DEMOLIZIONE E RICOSTRUZIONE  DI EDIFICI PRIVATI

"Leggi L'Avviso Completo"

Il Sindaco di Squillace

_______

SI RIAPRE FINALMENTE LA STRADA PROVINCIALE 162/2 IN CONTRADA GIRONDA DI SQUILLACE

Rhodio:"Oggi tagliamo un traguardo che vogliamo condividere con tutti i Comuni del comprensorio"

Con Ordinanza n° 76, ufficializzata ieri 16 dicembre, l’Amministrazione Provinciale di Catanzaro – Settore viabilità dispone la riapertura graduale della S.P. 162/2, nel tratto chiuso da alcuni anniin contrada Gironda di Squillace.
Questo è un risultato importante dovuto al costante impegno, in sinergia con la Provincia di Catanzaro, del Sindaco di Squillace - On. Guido Rhodio.
Guido Rhodio è riuscito, infatti, in un primo steep a far riaprire in sicurezza la circolazione su detta arteria provinciale, di fondamentale importanza per la viabilità della Città di Squillace ma anche di tutto il comprensorio.
Il ripristino completo della viabilità, che non poteva ulteriormente essere disatteso e i cui lavori di ultima adattamento del manto stradale sono già cominciati, potrà avvenire solo a partire da dal prossimo Natale e comunque per gli studenti pensolari dai primi di Gennaio 2014.
La fruibilità, con senso unico alternato, regolata da impianto semaforico mobile avviene in due fasi:
FASE 1 (dal 16 al 19 dicembre 2013) = istituzione a senso unico alternato regolato da impianto semaforico mobile con chiusura di parte della corsia direzione Squillace;
FASE 2 (dal 20 al 24 dicembre 2013) = istituzione a senso unico alternato regolato da impianto semaforico mobile con chiusura del raccordo con la SP n° 53.
Richiesto di una valutazione sull’avvenimento, tanto atteso dalle popolazioni interessate il Sindaco Rhodio si è così espresso: :"Oggi tagliamo un traguardo che vogliamo condividere con tutti i Comuni del comprensorio, insieme ai quali consideriamo realisticamente assai importante questa decisione del Commissario della Provicia dr.ssa Ferro e dei sui tecnici collaboratori, perché tutti ci sentiamo più sereni e soddisfatti nel sapere che i cittadini , soprattutto i giovani studenti, possono sewntirsi finalmente sicuri e tranquilli nel percorre un tratto di strada assai importante e che si dirama nelle diversi direzioni della litoranea al centro del Golfo di Squillace".

Squillace, 17 dicembre 2013

E' IN PUBBLICAZIONE SULL'ALBO PRETORIO ON LINE, IL DECRETO DI COSTITUZIONE FORMALE E NOMINA COMPONENTI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA FONDAZIONE " ARTIGIANATO ARTISTICO E TRADIZIONALE DEL GOLFO DI SQUILLACE " CON SEDE IN SQUILLACE

Avviso

parte il SUAP del COMUNE DI SQUILLACE

Si comunica che a partire da lunedi 25 novembre 2013 è attivo lo Sportello Unico e Attività Produttive del Comune di Squillace. Il SUAP è l’unico soggetto pubblico di riferimento territoriale per tutti i procedimenti che abbiano ad oggetto l’esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi, e quelli relativi alla localizzazione, realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento, nonché cessazione o riattivazione delle suddette attività. Al SUAP si potrà accedere direttamente dal sito istituzionale (barra sulla sinistra della home-page, pulsalte sportello SUAP)del Comune di Squillace dove i cittadini potranno trovare la modulistica per la compilazione relativa ai procedimenti.

E' in pubblicazione all'Albo Pretorio on line il "BANDO DI GARA" per lavori di "completamento del recupero e rifunzionalizzazione del Castello al fine di realizzare il museo archeologico".

COMUNE DI SQUILLACE

-Prov. di Catanzaro

(Tel. 0961/914020 – fax 0961/914019)

Email- servanagrafe@libero.it

 

AVVISO SELEZIONE

 

PROCEDURA DI SELEZIONE PER L’UTILIZZO DI N.8 LAVORATORI PERCETTORI DI AMMORTIZZATORI SOCIALI IN DEROGA PRESSO I L COMUNE DI SQUILLACE

 

IL COMUNE DI SQUILLACE RIENTRA TRA I SOGGETTI BENEFICIARIAMMESSI A PROCEDERE ALLA SELEZIONE PER IL RECLUTAMENTO DI N.8 LAVORATORI,DA UTILIZZARE PRESSO QUESTO ENTE IN POSSESSO DEL REQUISITO DI PERCETTORE DI MOBILITA’ IN DEROGA

LAVORATORI INTERESSATI

Possono aderire al presente avviso esclusivamente i lavoratori

percettori di ammortizzatori sociali in deroga(mobilità) regolarmente decretati dalla Regione Calabria e prorogati al 31/12/2012

I lavoratori devono essere inoltrein possesso:

del diploma discuola media superiore , relativamente al reperimento din. 6 unità

della diploma di scuola media inferiore relativamente al reperimento di n. 2 unità ;

dello stato di disoccupazione ,in base alla normativa vigente;

Criteri di priorità

Le domande di partecipazione saranno valutate sulla base dei seguenti criteri:

0,50 punti per ogni mese di anzianità di permanenza nel bacino dei percettori fino ad un massimo di 30 punti;

5 punti se residenti nel Comune di Squillace da 0 a 10 anni

7 punti se residenti nel Comune di Squillace da oltre 10 anni;

2 punti diploma scuola media inferiore

5 punti diploma scuola media superiore

A parità di punteggio sarà preferito il candidato più giovane;

L’Ente sulla base dei suddetti criteri, procederà alla formazione di una graduatoria degli aventi diritto.

Avverso la suddetta graduatoria si potrà esperire ricorso all’Ente utilizzatore entro3giorni dalla

pubblicazione della stessa.

Termine e modalità di presentazione della domanda di partecipazione

La domanda di partecipazione alla presente procedura potrà essere presentata unicamente attraverso l’allegato modello, debitamente compilato e sottoscritto,

La domanda di partecipazione e la relativa documentazione devono essere presentate presso l’ufficio protocollo del Comune di Squillace entro le ore12 delgiorno2 dicembre 2013

 

Il Sindaco

dott. Guido Rhodio

 

>>Scarica - Modello di Domanda<<

 

CITTA' DI SOVERATO

CALABRIA

 

1° Settore – Amministrazione Generale e Servizi alla Persona

“Il confronto”

Con il partenariato locale per il piano di intervento per i servizi di cura per l’infanzia e per gli anziani


Si informano gli Enti interessati (terzo settore, cooperazione sociale, sindacati, utenti o altre realtà dell’associazionismo locale)


che

LUNEDI’18 NOVEMBRE 2013

 

alle ore 11.00, presso la Sala Consiliare– P.zza Maria Ausiliatrice – Comune di Soverato, si terrà un momento di confronto, a livello distrettuale, in merito ai contenuti e scelte del piano di intervento del programma nazionale dei servizi di cura all’infanzia e agli anziani non autosufficienti.

Considerata l’importanza dell’appuntamento si invitano gli Enti a voler partecipare.

 

 

Il Responsabile del Settore

Avv. Herman Mantella

 

E' IN PUBBLICAZIONE ALL'ALBO PRETORIO ON LINE IL
BANDO DI GARA, MEDIANTE PROCEDURA APERTA, PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO RICOVERO, CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI RANDAGI
(C.I.G. n. 5402289DE6)

CITTÀ DI SQUILLACE

Provinciadi Catanzaro

___________________________________________________________

CAP88069 -Tel. 0961/914020 – Fax.0961/914019- email:sindacosquillace@libero.it

 

Squillace, 21 Settembre 2013

Agli Organismi interessati

(Terzo settore, cooperazione sociale, sindacati, associazioni locali, ecc.)

SQUILLACE

  Trasmetto copia dell’invito diramato dal Comune di Soverato per una riunione A LIVELLO DISTRETTUALE, che si terrà venerdì 21 settembre p.v., alle ore 10, presso quel Municipio, in vista della definitiva approvazione del Piano Coesione Sociale (PAC).
Al confronto interverranno con il sottoscritto anche tutti i Sindaci del Distretto di Soverato e quindi del sottoambito di Squillace.

Rivolgo invito ad essere presenti.
Con distinti saluti.

IL SINDACO
(dr. Guido Rhodio)

 

CITTA DI SOVERATO
CALABRIA
___________________________________________

Settore - Amministrazione Generale e Servizi alla Persona

"IL CONFRONTO"
CON IL PARTENARIATO LOCALE PER IL PIANO D'INTERVENTO PER I SERVIZI DI CURA PER L'INFANZIA E PER GLI ANZIANI

Si informano gli Enti interessati (terzo settore, cooperazione sociale, sindacati, utenti o altre realtà dell'associazionismo locale) che

VENERDÌ' 27 SETTEMBRE 2013

  alle ore 10.00, presso la Sala Consiliare - P.zza Maria Ausiliatrice - Comune di Soverato, si terrà un momento di confronto, a livello distrettuale, per raccogliere proposte in merito ai contenuti e scelte del piano di intervento del programma nazionale dei servizi di cura all'infanzia e agli anziani non autosufficienti.
Considerata l'importanza dell'appuntamento si invitano gli Enti a voler partecipare.

 

Il Presidente dell’ Assemblea dei Sindaci
D.ssa Maria Virginia Rizzo

CITTÀ DI SQUILLACE
Provinciadi Catanzaro­

___________________________________________________________

CAP88069 -Tel. 0961/914020 – Fax.0961/914019- email:sindacosquillace@libero.it

RIUNITA A SQUILLACE LA CONFERENZA DEI SINDACI DELL'ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE

IL “GOLFO CHE UNISCE”.

Importante riunione dei Sindaci dei Comuni che fanno parte dell'associazione intercomunale il “Golfo che unisce”, costituita da alcuni mesi a norma del decreto legge n. 95/2012, si è tenuta a Squillace, presso la sala della Giunta, presieduta da Guido Rhodio, coordinatore della Conferenza di Amministratori che gestisce questo moderno strumento associativo delle comunità locali per esaminare e attuare problemi che superano i campanili e che si ritrovano istituzionalmente per progettarli e realizzarli in termini omogenei e unitari in una visione comprensoriale.

Con Rhodio, e con Domenico Paravati e Grazia Fiorenza, della segreteria comunale verbalizzante, sono intervenuti Arturo Bova, sindaco di Amaroni, Gregorio Gallello, Sindaco di Gasperina, Pantaleone Procopio, sindaco di Montauro, Giuseppe Macrì, Vice Sindaco di Montepaone, Francesco Aloisi, sindaco di Palermiti, Concetta Stanizzi, Sindaco di Stalettì e Salvatore Megna, Sindaco di Vallefiorita.

La Conferenza per prima cosa ha trattato e approvato unanimemente l’ordine del giorno programmato e articolato nei seguenti tre punti: 1-Presa d’atto della Deliberazione del Consiglio Comunale di Amaroni n. 10 del 26.04.2013, con cui conferma l’adesione alla gestione associata di alcuni servizi; 2-PAC (Accordo di programma ai sensi dell’art. 34 del Decreto legislativo n.267/2000, finalizzato alla realizzazione piano di azione e di coesione distretto socio-assistenziale di Soverato, elaborato dal gruppo tecnico di lavoro di livello distrettuale: Approvazione schema Accordo; 3-Schema di Regolamento per il funzionamento della Conferenza dei Sindaci: esame ed eventuale approvazione.

A parte la formalizzazione definitiva della partecipazione all’associazione da parte del Comune di Amaroni, assai significativi e interessanti sono stati l’approvazione del piano di azione e di coesione per l’intero distretto socio-assistenziale che fa capo a Soverato e che consentirà ai ventisette Comuni che ne fanno parte di disporre nei prossimi mesi di consistenti risorse statali per venire incontro ad alcune esigenze prioritarie ed immediate della popolazione anziana e dell’infanzia, mentre, procedendo all’approvazione del primo Regolamento dell’associazione, si è voluto imprimere fin dall’inizio un percorso di chiarezza e di trasparenza organizzativanel funzionamento e nello svolgimento delle attività della Conferenza dei Sindaci di questo territorio.

Tutti i Sindaci poi, in una approfondita ed utile discussione, hanno ribadito la volontà di consolidare questo strumento associativo per pervenire al più presto possibile ad un Unione effettiva, che rafforzi in termini organizzativi e di risorse aggiuntive l’impegno dei singoli Comuni nelle problematiche di area vasta e coordinata.

A questo proposito i sindaci hanno toccato problematiche assai emergenti, come quella che sarà affrontata nella Conferenza dei Sindaci dell’Azienda Sanitaria Provinciale, che si svolgerà a Catanzaro il 27 settembre prossimo, per trattare in questo caso il problema delle guardie mediche, e ancor più quella di una partecipazione non formale od occasionale dei Sindaci alla preparazione e all’approvazione del piano programmatico dell’Azienda Sanitaria, che deve anche’essa munirsi di un proprio Regolamento, dopo aver richiesto sostanziali modifiche e aggiornamenti di quello regionale che disciplina l’organizzazione delle Conferenze e che risale all’ottobre 1966.

I sindaci non hanno mancato di stigmatizzare la gravissima e ingestibile situazione delle finanze comunali, inchiodate come sono a vincoli e diktat legislativi, imposte da un nuovo, assurdo e improduttivo centralismo statale, che di fatto scarica irresponsabilmente solo sui Comuni e le comunità di base le difficoltà politiche ed economiche del Paese, e sottraendo alle popolazioni – anche qui senza prevedere strutture alternative e immediatamente sostitutive in un quadro di riforme globalmente immaginate e condivise – organismi essenziali come le Province o i Tribunali e i Giudicati di Pace, la cui repentina privazione getterà nel caos istituzionale e gestionale interi territori.

 

Squillace, 19 Settembre 2013

Squillace, 11 settembre 2013

 

Il Sindaco di Squillace

Comunicato

 

INCONTRO TRA UN GRUPPO DI SINDACI E IL NUOVO PREFETTO CANNIZZARO  

Un’interessante quanto utile riflessione sullo stato delle autonomie Locali (Comuni e Province) e sulla necessità di intervenire con uno sforzo congiunto dei vari livelli istituzionali per bloccare la paralisi democratica e operativa che affligge in questo momento tali Enti fondamentali per i cittadini, è stata effettuata a più voci nel corso di un incontro svoltosi presso l’Ufficio Territoriale di Governo di Catanzaro tra il nuovo Prefetto dr. Raffaele Cannizzaro con un foltissimo gruppo di sindaci e amministratori della Provincia.
L’incontro è servito, infatti, non solo per esprimere il saluto di benvenuto e di augurio di buon lavoro al nuovo Prefetto della Provincia, ma anche per realizzare, in modo collegiale e incisivo, un primo scambio di idee tra gli amministratori locali di base e il Rappresentante dello Stato, al quale i primi cittadini hanno manifestato la forte preoccupazione, e per certi versi anche lo sconforto, nell’esercitare, ormai con vasta e insostenibile difficoltà, il loro delicatissimo mandato pubblico, circostanza che mette a repentaglio le risposte più elementari che i cittadini si attendono dai Comuni per l’espletamento di servizi ineludibili e di assoluta necessità.Primo a prendere la parola a nome di tutti è stato il sindaco di Squillace, Guido Rhodio, il quale forte anche della sua esperienza come Presidente emerito della Regione, ha assicurato al dr. Cannizzaro la totale collaborazione dei Comuni per lo svolgimento del suo difficile e impegnativo ruolo, evidenziando altresì non solo i punti nodali delle difficoltà che le autonomie locali attraversano in tutto il Paese. Rhodio ha infatti rimarcato come tali difficoltà generali mettono in ginocchio la fragilissima rete delle autonomie calabresi, private delle risorse finanziarie anche minime (i bilanci “preventivi” si faranno…a fine anno!); vessate da un patto di stabilità inconcepibile e intollerabile soprattutto per i Comuni di piccole dimensioni, e aggravate da misure come la drastica eliminazione delle Province o di strutture di Giustizia come i Tribunali e i Giudicati di Pace periferici, che pure garantivano al territorio momenti di collaborazione programmatica (Scuola, viabilità, mercato del lavoro, formazione, ecc.) e di risposte significative e immediate alle vertenze modeste e prioritarie delle popolazioni, con ciò introducendo un vuoto istituzionale devastante e riproponendo un neocentralismo che cancella irresponsabilmente lunghe e importanti battaglie per il decentramento e la sussidiarietà. A quello di Rhodio hanno fatto seguito molti altri interventi, tra cui quelli del sindaco di Satriano, Michele Drosi, che è anche Presidente dei Piccoli Comuni dell’ANCI regionale; di Amaroni, Arturo Bova; di San Mango d’Aquino, Leopoldo Chieffallo; di Montauro, Pantaleone Procopio; di Gagliato, Francesco Fodaro, e di Sant’Andrea Jonio, Gerardo Frustaci, i quali tutti hanno fatto emergere tematiche delicatissime come quelli dell’ordine pubblico; dei difficili rapporti con la stessa Regione; del ruolo dei Sindaci e della necessità di consolidare rapporti tra i Comuni e lo Stato, che non può solo accusare o imporre, o precettare; della viabilità maggiore (Trasversale delle Serre, strade ANAS, ecc.) che non può condizionare permanentemente la vita dei centri abitati; della intensificazione dei momenti associativi tra Comuni ed Enti Locali, onde assicurare il massimo di efficienza e di produttività dei servizi. In più interventi, il Prefetto Cannizzaro ha manifestato la sorpresa piacevole e la piena soddisfazione nel registrare una presenza così ampia e così diffusamente responsabile dei Sindaci della Provincia verso i propri compiti, e, nel ringraziare per lo spirito di collaborazione che è stato espresso, ha assicurato il massimo di attenzione e di considerazione da parte del suo Ufficio e della stessa sua persona per affrontare e cercare di risolvere le problematiche maggiormente evidenti e ed urgenti per agevolare il faticoso impegno delle amministrazioni locali-

CITTA' DI SQUILLACE
Provincia di Catanzaro

AVVISO

a seguito dell’incendio di cassonetti dei rifiuti a Squillace Lido 

È noto che stamattina, ad opera di “IGNOTI” (per il momento), sono stati incendiati i cassonetti della spazzatura dislocati nel parcheggio di Via dei Fenici, incendio stranamente previsto ed annunciato in un esposto pervenuto al Sindaco e ad altre Autorità, firmato da alcuni cittadini (prot. n. 3234 del 29.08.2013).

L’Amministrazione comunale dopo aver denunziato il fatto all’Autorità Giudiziaria perché siano individuati e puniti gli eventuali “IGNOTI”, ha disposto di spostare, in via del tutto sperimentale, in altra posizione e di diminuire di numero i cassonetti, per tentaredi arginare il vizio, ormai degenerato, di alcuni cittadini che puliscono e svuotano le loro cantine, decespugliano i loro giardini, cambiano le ruote dei loro veicoli, sostituiscono i loro elettrodomestici e poi non trovano di meglio che scaricarli nel suddetto parcheggio di via dei Fenici.

La decisione è stata assunta, nelle more delle indagini giudiziarie e amministrative, per venire incontro ai diritti dei cittadini onesti e collaborativi che abitano nella zona interessata e non perché spaventati o intimoriti dall’incendio doloso dei rifiuti che impestavano la zona, appiccato “mafiosamente” da qualche abitante incivile che, appena ha visto che il Comune stava provvedendo a rimuovere (per la terza o quarta volta!) una parte dei rifiuti, ha pensato bene di appiccarci il fuoco, per provocare disordine e malcontento.

Eppure il Comune ha organizzato un servizio, che prevede finanche la raccolta dei rifiutia domicilio, e addirittura l’accordo preventivo con l’impresa assuntrice della raccolta per trasferirei rifiuti nelle discariche.

Ma allora cosa vanno cercando questi cittadini incivili che mafiosamente incendiano i cassonetti e che prima o o poi verranno stanati, con la fattiva collaborazione dell’Autorità Giudiziaria e, siamo sicuri, dei cittadini onesti e civili, che sono tantissimi anche a Squillace Lido?

L’Amministrazione, pertanto, smentisce categoricamente il contenuto di alcuni manifestini anonimi e di altre carticciole firmate, dove si insinua falsamente che la situazione dei rifiuti nel parcheggio è dovuta alla mancata raccolta da parte degli addetti a tale servizio, mentre ribadisce a gran voce che tale situazione è dovuta soltanto alla presenza di maleducati sporcaccioni che non hanno alcun senso civico e vivono da trogloditi; non vogliono rispettare le Ordinanze comunali che prevedono, come in tutti Comuni progrediti, tempi e modi dello svolgimento del servizio rifiuti, e tentano di costringere gli altri cittadini onesti e collaborativi a sopportare la loro sporcizia e la loro inciviltà.

Il Comune ha, infatti, finora speso migliaia di Euro per cercare di risolvere il problema. Solo nel marzo 2013 il Comune ha speso la cifra di 15.000, 00 Euro per ripulire il parcheggio, dove gli scostumati ammassano periodicamente rifiuti che non dovrebbero ammassare, ma nel giro di 15 giorni tutto è tornato come prima.

E’ vero, l’Amministrazione avrebbe dovuto vigilare – con i suoi pochissimi vigili - e fare contravvenzioni; abbiamo sbagliato e non valiamo niente...

Ma quanto vale un vigliacco anonimo (ma non troppo) che toglie la sporcizia da casa sua o dal suo giardino e poi la butta dove dovrebbe parcheggiare la macchina o far giocare i suoi bambini?

Ditelo voi che siete tanto bravi quanto valgono questi delinquenti: si perché così bisogna chiamarli, per essere onesti e sinceri.

Ma adesso la cuccagna è finita, e, il primo che verrà pescato pagherà anche per gli altri con contravvenzione e denuncia penale, così invece l’avvocato di cercarlo il Comune se lo dovrà cercare qualcun altro.

Vorremmo si capisse perché questo capita solo in un determinato quartiere e non in altri; noi lo sappiamo bene perché, ma devono capirlo anche tutti i cittadini che si dovrebbero schierare dalla parte giusta.

Quando si occupano case da persone senza documenti, senza fare contratti di acqua, di spazzatura o altro, senza nessuna procedura legale, che cosa si pensa di ottenere… un po’ di soldi in nero e nient’altro; quando si sobillano sedicenti comitati, che scrivono solo lettere anonime che si firmano “I cittadini di Squillace Lido”, questi senza nome e cognome, sono complici di queste nefandezze che si schierano contro la Legge, contro il Comune e a favore di chi se ne frega della convivenza civile.

Cittadini, state dalla parte giusta e denunciate chi inquina e devasta il nostro territorio: l’Amministrazione Comunale sarà sempre dalla vostra parte; collaborate con il Comune (cioè con voi stessi), diversamente diventerebbe inutile fare fiaccolate, perché col silenzio omertoso si diventa complici degli incivili e dei disonesti!

 Dal Municipio, lì 05 Settembre 2013  

IL SINDACO
Dott. Guido Rhodio

AVVISO IMPORTANTE
APERTURA SERVIZIO DEGLI ASILI NIDO
Scarica l'avviso integrale pubblicato sull' Albo Pretorio

CITTÀ DI SQUILLACE

Provinciadi Catanzaro­

____________________________________________________


Comunicato

Ordinanza del sindaco di Squillace per il conferimento dei rifiuti
nei cassonetti e per la raccolta “porta a porta”

Il sindaco di Squillace, Guido Rhodio, e l’Amministrazione comunale, con il particolare impegno dell’Assessore per l’Ambiente, Vincenzo Lioi, e di quello per la protezione civile, Nunzio Pipicella, hanno deciso d migliorare le condizioni di igiene e decoro della città e, per questo, il primo cittadino ha firmato oggi un’ordinanza con la quale disciplina il conferimento dei rifiuti urbani, prevedendo delle sanzioni sino a 500 euro per i trasgressori.
La decisione è stata presa a seguito di una riunione indetta dallo stesso Sindaco, alla quale hanno preso parte con i predetti assessori, i titolari delle le Società assuntrici del Servizio, LAURITANO e Figli SpA, per quanto attiene la raccolta e il versamento in discarica dei rifiuti indifferenziati, e Tecno E.CO. Multiservizi S.R.L., per quanto attiene la raccolta e versamento dei rifiuti differenziati, nonché i Responsabili dei Servizi Tecnico, Giuseppe Megna, e Vigilanza, comandante della Polizia Municipale, Franco Polito, i quali tutti hanno convenuto sulla necessità di provvedimenti più incisivi per una migliore funzionalità e razionalizzazione del servizio medesimo anche in vista del suo graduale potenziamento, e per evitare comportamenti scorretti e talvolta abusivi di cittadini irresponsabili.
La riunione medesima è servita non solo a prendere atto con soddisfazione che Squillace è una delle cittadine più pulite della Calabria – per come è riconosciuto dalla generalità di visitatori e turisti – ma anche per registrare che, purtroppo, si verificano comportamenti sconvenientie intrusioni di persone o di operatori spavaldi, che non intendono rispettare le leggi e che approfittano, per i propri tornaconti, dello sforzo organizzativo della città di Squillace nel salvaguardare il proprio ambiente ecologicamente dignitoso e sano.
Nel provvedimento sindacale vengono individuati due periodi dell’anno: dal 1 maggio al 30 settembre, quando sarà possibile depositare i rifiuti indifferenziati negli appositi contenitori solo dalle 20 alle 06, mentre dal 1 ottobre al 30 aprile la fascia oraria è 18-06 del mattino.
Dettagliateindicazioni e disposizioni, con un calendario ben articolato, sono stabilite nell’ordinanza per lo svolgimento del servizio della raccolta differenziata dei rifiuti col sistema di raccolta “porta a porta” (a domicilio), che già funziona egregiamente da alcuni mesi, con il vasto consenso dei cittadini, in forma sperimentale e che d’ora in poi viene organizzatoin forma stabile.
Nell’ordinanza si prevede che tutti i rifiuti devono essere contenuti in sacchetti adeguatamente chiusi ed è ribadito il divieto, nell'intero territorio comunale (particolarmente nei nuclei abitati di Squillace centro storico, Squillace Lido e Squillace Fiasco Baldaya, compresi gli alberghi e i villaggi turistici), di abbandonare e depositare rifiuti di qualsiasi genere al di fuori dei cassonetti, sul suolo e nel suolo, nelle acque superficiali e sotterranee e comunque nei luoghi diversi da quelli stabiliti dall’autorità comunale.
Il conferimento dei rifiuti ingombrantideve essere effettuato esclusivamente il mercoledì, dalle ore 20,00 alle ore 6,00; si ricorda che sonorifiuti ingombrantii rifiuti domestici provenienti da locali e luoghi adibiti a civile abitazione, ai sensi dell’art. 184, comma 2, lettera a) del D.Lgs. 152/2006; che le disposizioni riguardano anche i titolari di locali pubblici e che si offre la possibilità, nel caso di situazioni eccezionali, che gli utenti possono prendere accordi con le Società appaltatrici per un eventuale ritiro personalizzato.
Scatteranno, ovviamente, controlli mirati in tutte le zone dove sono ubicati i cassonetti e per i trasgressori la sanzione pecuniaria varia da 50 a 500 euro, oltre alle sanzioni penali (compreso l’arresto) in particolari casi previsti dalle leggi sui rifiuti e sull’abbandono indiscriminato, ma si confida moltissimo nella collaborazione dei cittadini non soltanto per accentuare comportamenti responsabili, ma anche per segnalare casi e comportamenti, che violano la legge e che danneggiano in modo incivile l’igiene e il decoro urbano della città.
Sia l’ordinanza integrale del Sindaco Rhodio e sia l’avviso sintetico dell’Assessorato comunale all’ambiente si possono leggere cliccando nella colonna accanto sotto il logo "Conferimento Rifiuti" su AVVISO o ORDINANZA.

Squillace, 28 Agosto 2013

 

CITTÀ DI SQUILLACE
Provincia di Catanzaro

______

Il Sindaco


Comunicato

 

Firmata la convenzione PISL per il Completamento del recupero
del Castello normanno-borgiano di Squillace

 

Il Castello Normanno o dei Borgia di Squillace si appresta a recitare un ruolo cardine nella riorganizzazione dell’intero patrimonio storico della Città di Squillace.
Il Sindaco, Guido Rhodio, nei giorni scorsi, ha firmato presso la sede della Fondazione “Terina” di Lamezia Terme la nuova convenzione tra il Comune di Squillace e la Regione Calabria, alla presenza dell’Assessore Regionale al Bilancio e alla Programmazione Nazionale e Comunitaria Giacomo Mancini e dell’Assessore Regionale alla Cultura Mario Caligiuri.
Il documento sottoscritto prevede un ulteriore investimento, nell’ambito dei finanziamenti PISL – Borghi di eccellenza della Calabria, di € 550.000,00 per il Completamento del recupero e la rifunzionalizzazione del Castello al fine di realizzare il Museo Archeologico.

Tali lavori, tesi ad assicurare un’alta fruizione del manufatto storico, sono espressione della caparbia volontà dell’Amministrazione Comunale di rilanciare la funzione turistica del monumento.
Il Castello, patrimonio collettivo della Città e del Comprensorio squillacense, sarà lo strumento privilegiato per innescare un sempre più qualificato e diffuso turismo culturale, volano per tutti i monumenti storico-arstistico-architettonici della Città del Golfo.
L’intervento previsto, infatti, ha l’ambizioso obiettivo di riqualificare i luoghi senza alternarne l’originaria tradizione, puntando oltre che al recupero, anche ad un doveroso programma di conservazione dei luoghi, alla loro valorizzazione attraverso il Museo Archeologico completamente ripensato nelle forme, nell’allestimento e nelle attività, alla nuova illuminazione dell’intera fortezza normanno-borgiana, nonché attraverso la prosecuzione degli scavi archeologici, diretti in più riprese dall’archeologa prof. Chiara Raimondo, che hanno dato già risultati inaspettati e importantissimi con la scoperta di una necropoli risalente al V-VI secolo, perciò molto precedente all’impianto normanno .
Il Castello avrà, dunque, una nuova veste e sarà destinato a trasformare la sua secolare storia nel principale polo di attrazione e valorizzazione del “genius loci”, grazie ad una nuova concezione del patrimonio storico sinergica con il contesto, il territorio ed il suo antropizzato, ipotizzata e curata, d’intesa con la competente Soprintendenza peri Beni Culturali, dal prof. Mauro Francini, docente dell’Università della Calabria e ormai esperto conoscitore del manufatto e dell’assetto urbanistico della Squillace medioevale..
Vivo compiacimento è stato espresso dal Sindaco Rhodio, il quale ha sottolineato che la firma della convenzione farà partire prontamente la fase di appalto dei lavori, che consentiranno di avviare un’altra tappa per il medievale complesso monumentale, e quindi di sviluppare e segnare, nei mesi di rigoroso recupero, una completa ed organica rifunzionalizzazione dell’area castellana,per un uso di qualità della stessa, mediante la creazione di spazi espositivi all’aperto, percorso attrezzato, sale museali e sala con piattaforma interattiva basata su filmati e modelli tridimensionali.

Squillace, 22 agosto 2012

Città di Squillace

______________

Concittadini,

nel mistico silenzio della Certosa di Serra San Bruno, ho partecipato stamattina alla S. Messa giubilare per i cinquanta anni dell’Ordinazione sacerdotale, che si compiono proprio oggi, celebrata, in assoluto raccoglimento e semplicità, dal nostro concittadino e Decano della Cattedrale

Mons. RAFFAELE FACCIOLO
Prelato d’Onore di Sua Santità
Vicario Generale dell’Arcidiocesi
Presidente del Tribunale Ecclesiastico Regionale

Unendomi intensamente ai suoi familiari e ai moltissimi amici e fedeli cristiani che col cuore e tanta stima lo accompagnano, ho portato a Monsignor Facciolo, come amico fraterno e come massimo Rappresentante della comunità cittadina, i sentimenti vivissimi del nostro affetto, della nostra gratitudine, del nostro augurio e del nostro orgoglio per questa tappa significativa del Suo giubileo d’oro di vita sacerdotale, un Sacerdozio limpido, coerente ed esemplare per servizio totale alla Chiesa, per dottrina e sapienza, per dignità e operosità lungimirante, per modestia e sobrietà, per dedizione generosa ai fratelli, alle popolazioni calabresi e ai concittadini.


Tutti sappiamo e riconosciamo che in questi cinquanta anni Monsignor Facciolo è stato un Maestro al quale attingere costantemente per saggezza, conoscenza, consiglio e disponibilità, un servitore e un punto di riferimento ineguagliabile e imprescindibile per generazioni di giovani e di sacerdoti, per la Chiesa di Calabria, e soprattutto per la nostra cara Squillace e per la sua antica Diocesi.
Sento il bisogno e il dovere di raccogliere e di manifestarGli, anche pubblicamente, in questo giorno bellissimo, questi forti e profondi sentimenti di vicinanza e di gratitudine della Sua amata Città e dell’Amministrazione, certo che fra qualche mese ci ritroveremo con l’intera Arcidiocesi per festeggiare – nonostante la sua ben nota ritrosìa -l’importante ricorrenza e per tributarGli, come è stato programmato, la riconoscenza per l’immenso e impagabile apporto che Monsignor Facciolo assicura con prestigio da cinquant’anni ai valori del Vangelo, alla cultura cristiana, alle tradizioni, alle strutture e al patrimonio di civiltà della nostra Squillace e del nostro comprensorio.

Grazie ed auguri, Monsignor Facciolo, dalla tua Squillace!

Dal Palazzo di Città, lì 11 Agosto 2012

 

GUIDO RHODIO
Sindaco

 

 

CITTÀ DI SQUILLACE

Provincia di Catanzaro
____________________________________________________

CAP88069 -Tel. 0961/914020 – Fax.0961/914019- email:sindacosquillace@libero.it

 

 

 

Prot. N. 3082lì, 07 Agosto 2013

OGGETTO: Fondi per anziani e disabili

Signora

Dott.ssa MARIA VIRGINIA RIZZO

Commissario Prefettizio Comune di

88068 - SOVERATO

e, per conoscenza:

 

Sigg. SINDACI dei Comuni di

AMARONI – BORGIA – GASPERINA – MONTAURO – MONTEPAONE STALETTÌ – PALERMITI – VALLEFIORITA

 

On. NAZZARENO SALERNO

Assessore Regionale Politiche Sociali

88100 CATANZARO

 

 

 

La S.V. Ill.ma ha certamente preso visione della nota apparsa sui giornali di stamane a firma del sociologo (e anche Capogruppo di opposizione nel Consiglio Comunale di Squillace) dr. Franco Caccia, che comunque unisco in fotocopia ad ogni buon fine.

Le segnalazioni egli addebiti che egli muove circa la perdita dei fondi regionali in oggetto non possono che essere oggetto di viva preoccupazione, anzi di allarme, per questa mia Amministrazione comunale e per quelle dei Comuni viciniori, che proprio nella materia dei servizi sociali si sono associati nel rispetto della legge nazionale e delle direttive regionali.

Sono certo, e con me i colleghi Sindaci del comprensorio, che Ella vorrà tempestivamente attivare ogni opportuna iniziativa per scongiurare la paventata perdita dei fondi suddetti, tanto necessari ai nostri rispettivi Comuni per organizzare un minimo di attività e di intervento a sollievo delle categorie svantaggiate, secondo gli indirizzi generali di velocizzazione delle risorse, già assunti in riunioni collegiali dell’Ambito Territoriale Servizi Sociali tenute in Soverato (Verbale della riunione del Gruppo Tecnico del 15.3.2013, ecc.) e della precisa determinazione di questo Comune manifestata con la nota Prot. n. 725 del 25 Febbraio 2013.

Resto in attesa di suo cortese riscontro e invio cordiali saluti.

 

ILSINDACO
(Dr. Guido Rhodio)